Rifiuti, una gestione unica salatissima

noicattarosindaco.jpg

di Raimondo Innamorato – Sindaco di Noicattaro

Da sindaco del comune di Noicattaro, sto cercando di difendere anche le comunità di Capurso, Valenzano, Triggiano, Rutigliano e Cellamare, dall’aumento del costo della gestione dei RIFIUTI e da una procedura di gara che presenta molteplici perplessità.

Appena diventato Sindaco, ho iniziato da subito a studiare le procedure di un bando di gara, avviato prima del mio insediamento, per il servizio RIFIUTI dell’ARO Bari 7, di cui Noicattaro è Comune è capofila.

La gestione unica dei rifiuti costerebbe ben 1.000.000 di euro in più ai cittadini di Noicattaro rispetto all’attuale, a fronte di un servizio per nulla migliorativo.

La gara stava per essere aggiudicata ma sono riuscito a farla sospendere, rilevando diverse irregolarità nelle procedure che ho subito denunciato. Purtroppo, gli altri Sindaci non sembrano avere nessuna intenzione di approfondire la complessa vicenda. Questi “esperti della politica”, non solo non si sono mai accorti di nulla in questi mesi, ma addirittura sembrano non dimostrare, oggi, lo stesso mio interesse, in qualità di sindaco, di tutelare la cittadinanza.

Vista l’impossibilità per ora di tirarsi fuori dall’ARO, ho deciso di scrivere al presidente della regione Puglia Emiliano, per indurlo a riflettere sulla normativa regionale che non rende facile la vita ai Sindaci onesti che vogliono difendere gli interessi delle Comunità che si onorano di rappresentare.

Qui ulteriori approfondimenti

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Rifiuti, una gestione unica salatissima

Pedala e difendi la Costituzione! #IoDicoNO

di M5S Puglia

Oggi, venerdì 11 novembre il M5S Puglia salta in sella per difendere la costituzione! Parte il tour pugliese “#IoDicoNo – Pedala e difendila”. Portavoce ed attivisti del territorio gireranno la regione in bici per 22 giorni fino al 2 dicembre. 44 tappe per spiegare ai cittadini le ragioni del NO al referendum del 4 dicembre.

Renzi, Boschi e Verdini vogliono
toglierci il potere di scegliere sul nostro futuro e sulla nostra terra. Riprendiamoci quegli spazi e quelle strade. Venite con noi, vi bastano una bici e tanta voglia di difendere la Costituzione.

Noi siamo energia pulita
. Attraverseremo la Puglia da Bari al Salento, da Taranto a Foggia, passando per Brindisi e la BAT. Ovunque ci sia una bandiera del Movimento 5 Stelle noi ci saremo, pedalando per chilometri a fianco dei comitati, passando per gli uliveti, lungo le ferrovie, sudando ogni centimetro di libertà.

Il tour parte oggi da Bari, alle 15 da Parco 2 Giugno

SEGUI IL TOUR SULLA PAGINA FB UFFICIALE DELL’EVENTO

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Pedala e difendi la Costituzione! #IoDicoNO

Dal taglio degli stipendi il nostro dono ai bambini pugliesi in difficoltà

restdaypug.jpg

Sale cinema, tv e apparecchiature mediche donate ai reparti pediatrici di ospedali e strutture sanitarie pugliesi, acquistate con i fondi derivanti dal taglio degli stipendi dei consiglieri M5S nei primi 5 mesi di mandato. Questi i “doni” ai cittadini pugliesi degli otto consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Puglia, Rosa Barone, Gianluca Bozzetti, Mario Conca, Cristian Casili, Grazia Di Bari, Marco Galante, Antonella Laricchia, Antonio Trevisi e della ex consigliera M5S Viviana Guarini che, questa mattina, inaugurano l’installazione delle prime tv nelle stanze del reparto di pediatria dell’Ospedale “San Paolo” di Bari. I consiglieri pentastellati al termine della conferenza consegneranno simbolicamente ai cittadini il nuovo maxi assegno da oltre 217.000 euro derivante dal taglio stipendi dei primi 12 mesi di lavoro in Consiglio regionale pugliese.

“Siamo pieni di gioia per aver potuto donare i fondi di questo primo “Restitution day” al “futuro in difficoltà”, ai bambini pugliesi che stanno attraversando un momento di sofferenza e alle loro famiglie, nella speranza di potergli donare un sorriso o un po’ di sollievo. Gli interventi che realizzeremo riguardano i reparti pediatrici di ospedali e strutture presenti in tutte le province pugliesi. Una destinazione che è stata decisa online insieme ai pugliesi, al termine di una procedura condivisa. Ad alcune strutture che, invece, non avevano spazio sufficiente, abbiamo regalato su loro richiesta, delle apparecchiature mediche di cui erano sprovviste. Ci auguriamo con questo piccolo gesto concreto di aver dimostrato sincera vicinanza ai cittadini in difficoltà e ci auguriamo che possa servire a spronare il presidente Emiliano e i nostri colleghi: se in otto abbiamo accumulato una cifra così importante, immaginiamoci cosa potremmo fare se anche la giunta e i consiglieri degli altri partiti destinassero una parte del loro stipendio ai pugliesi. Non si tratta di una questione di dialettica politica ma di una questione di giustizia e credibilità dei rappresentanti del popolo, in un periodo storico nel quale le famiglie non arrivano a fine del mese e ci sono pensionati che vivono con 400€ al mese. Non serve strepitare contro i vitalizi sui giornali, basta calendarizzare subito la nostra proposta di legge per abolirli. Non serve annunciare in tv proposte per la riduzione degli stipendi dei politici, basta ridurseli.”

***ALLE 12 CONFERENZA STAMPA DEL M5S PUGLIA. SEGUI LA DIRETTA STREAMING QUI ***

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Dal taglio degli stipendi il nostro dono ai bambini pugliesi in difficoltà

La calda estate di Antonio Decaro e Michele Emiliano

relazionicor.jpg

di MoVimento 5 Stelle – Bari

“L’estate sta finendo!” cantava un noto duo musicale degli anni 80. Forse l’unico che attende con ansia la fine di questa calda estate è il sindaco Antonio Decaro letteralmente “travolto”, insieme all’amministrazione barese firmata Michele Emiliano, da tre grosse bocciature che arrivano a distanza di pochi giorni dalla Corte dei Conti, dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e da una relazione, del Segretario D’Amelio, sullo svolgimento dell’attività di controllo interno di regolarità degli atti amministrativi dal primo semestre 2016.

Eppure tutto ciò non ci meraviglia: perchè proprio come il ritornello di quella famosa canzone che torna nelle nostre menti ogni fine estate, noi del MoVimento 5 Stelle in questi primi 2 anni di mandato avevamo già sollevato gran parte delle osservazioni presenti nelle tre note sia durante le attività istituzionali (Commissioni e Consigli Comunali) sia attraverso formali denunce alle autorità competenti (Prefetto e Corte dei Conti). Qualcuno ci ascolta? Forse.

Utile quindi ricordare l’esposto al Prefetto relativo alle anomalie gestionali nelle Municipalizzate, il successivo sul mancato Decentramento Amministrativo (funzioni, deleghe e personale nei Municipi), l’esposto alla Corte dei Conti sulla Cassa Prestanza (ancora un rebus dopo mesi), i tanti dibattiti in Aula Consiliare e nelle Commissioni con assessori e dirigenti comunali sulla mancata riscossione di tributi e fitti del patrimonio comunale (milioni di euro persi per sempre), sulla mancata pubblicazione degli atti sul portale comunale, sull’impreciso monitoraggio delle performance e degli obbiettivi da parte del Nucleo di Valutazione, sulle evidenti anomalie nella gestione di alcuni bandi comunali, la valanga di debiti fuori bilancio ereditati dall’amministrazione Emiliano… e potremmo proseguire ancora…

Adesso, dopo aver ricevuto finalmente tutta la documentazione del MEF con tutti i relativi allegati, possiamo anticipare che oltre ai punti sopra citati (ed altri in corso di verifica), quello che preoccupa maggiormente è il potenziale danno di circa 50 milioni di euro dovuto ad un errato pagamento dei fondi di trattamento del salario accessorio dei dipendenti del Comune di Bari per gli anni dal 2000 al 2014!

Nei prossimi giorni vi aggiorneremo sull’evolversi della situazione ma possiamo già affermare, utilizzando un detto francese in vista della partita odierna Italia-Francia (ps: anche in questo caso abbiamo rinunciato ai biglietti omaggio della FIGC per le “autorità”) che les carottes sont cuites (le carote sono cotte) ovvero il tempo per questa amministrazione piddina (10 Emiliano + 2 Decaro) è scaduto e bisogna necessariamente restituire la Città al popolo tornando al voto!

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere La calda estate di Antonio Decaro e Michele Emiliano