Fermiamo le multinazionali di caffè e cacao che sfruttano il lavoro minorile

di Ignazio Corrao, Efdd – MoVimento 5 Stelle Europa

Oggi è la Giornata Mondiale dell’Infanzia. Insieme a più di 30 deputati europei, ho presentato una interrogazione alla Commissione europea per “porre fine allo sfruttamento del lavoro minorile da p… Continua a leggere Fermiamo le multinazionali di caffè e cacao che sfruttano il lavoro minorile

Un caffè con Giancarlo Cancelleri

cancecaff.jpg

di Giancarlo Cancelleri

Oggi ricomincio a girare per la Sicilia per presentare il nostro programma e ascoltare i cittadini. Lo farò con Luigi Di Maio e facendo quello che forse è il miglior modo per conoscersi: bevendo un caffè insieme. Un bar, due tavolini e voglia di confrontarsi; lo potremmo chiamare “Un caffè con Cancelleri”.

Inizieremo questo nuovo viaggio dai paesi più piccoli, in quei micro universi disseminati in lungo e in largo per tutta l’isola, dove un abbraccio vale più di qualsiasi parola. Questa settimana saremo nel messinese.

Insieme agli abitanti incontreremo il primo cittadino di ogni comune che ci ospiterà. Sono comunità meno popolose e più “nascoste”, che non conosci se non ci vivi o che leggi solo in qualche cartello stradale di passaggio. Posti, però, che una volta vissuti ti restano nel cuore. E dato che in queste realtà il caffè è quasi sacro, l’appuntamento sarà proprio nei bar, seduti comodamente attorno a un tavolo, per ascoltarvi e discutere.

“Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra, c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti.” (Cesare Pavese)
Le tappe di oggi: San Fratello, Tusa e Mistretta. Passate parola; chi vuole prendere un caffè con noi è il benvenuto!

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Un caffè con Giancarlo Cancelleri

Attenti al caffè che bevete. È pieno di pesticidi, ma nessuno controlla

caffepes.jpg

di MoVimento 5 Stelle Europa

Il Brasile è il primo produttore mondiale di caffè. Nella maggior parte delle sue piantagioni vengono usati pesticidi pericolosi come il Terbufos vietati in Europa perché dannosi per la salute umana. Il Terbufos è un insetticida molto potente che uccide anche solo con un minimo contatto con la pelle.

Il porto di Trieste è la porta d’ingresso del caffè brasiliano in Europa. Tuttavia, i controlli sanitari condotti dall’Agenzia dell’Ambiente del Friuli, per conto del Ministero della Salute, non analizzano la presenza di questi due pericolosi pesticidi. Si fanno le analisi ma non per scovare questi due veleni. L’ipocrisia europea è evidente: all’interno dell’Unione si vieta l’utilizzo di pesticidi pericolosi per la salute, ma non si fa nulla per impedire che entrino prodotti alimentari contaminati dalle sostanze che vieta. Piernicola Pedicini ha presentato una interrogazione al Commissario alla Salute Andriukaitis. Per la Commissione europea sono gli Stati nazionali a dover stabilire quali pesticidi debbano essere sottoposti ad analisi nell’ambito dei rispettivi programmi nazionali di controllo. Ministro Lorenzin è arrivato il momento di agire! Se hai a cuore la salute dei cittadini fai qualcosa!

LEGGI l’interrogazione presentata da Piernicola Pedicini alla Commissione europea.

LEGGI la risposta della Commissione europea che fa chiarezza sulle responsabilità del governo italiano.

VIDEO. Fai girare questo video. fai informazione.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Attenti al caffè che bevete. È pieno di pesticidi, ma nessuno controlla