Energia: via dal carbone solo con il MoVimento 5 Stelle

di MoVimento 5 Stelle

Via dal fossile per un’Italia a efficienza energetica e fonti rinnovabili. E’ questo il progetto del MoVimento 5 Stelle e del suo programma Energia già votato dagli iscritti online. Un obiettivo da raggiungere entro il 2050, attraverso innovativi programmi di transizione e trasformazione industriale, che giorno dopo giorno determineranno benefici ambientali, economici e sociali al nostro Paese.

Quello che vuole il M5S al Governo è chiaro: uscire dal carbone entro la fine della prossima legislatura ed entro il 2050 puntare ad un sistema energetico libero dalle fonti fossili. Anche Svezia e Danimarca vogliono diventare totalmente “Fossil Free” entro il 2050. Con loro anche Svizzera (con un referendum il popolo elvetico ha detto ‘Sì’ alla transizione energetica), Germania e Francia.
Per far questo, il M5S oggi ha messo a confronto docenti universitari ed esperti del settore. E’ il primo di una serie d’incontri.

Renzi e la sua maggioranza in questi anni hanno ostacolato questa strada virtuosa, favorendo con lo Sblocca Italia un modello energetico opposto a quello che il M5S propone. Il mondo renziano è fossile e dipende esclusivamente dai grandi produttori, quello a 5 stelle è un modello innovativo e aperto in cui produttore (offerta) e il consumatore (domanda) partecipano attivamente al sistema energetico con regole semplici e chiare.

Renzi ed il Pd hanno preso in giro i cittadini annunciando un “green act” che ancora attendiamo di conoscere. Con Renzi l’Italia ha rallentato il cammino nel settore dell’efficienza energetica e delle rinnovabili. Nel 2016 in Italia sono stati installati in Italia solo 360 MW di nuovo fotovoltaico ed appena 290 MW di eolico, con un calo annuale del 19% relativo alle installazioni di solare, eolico ed idroelettrico. Non solo, la produzione elettrica da fonti rinnovabili in Italia è in calo da tre anni!

Un danno per l’ambiente, l’economia ed i settori produttivi innovativi.

Renzi che stringe la mano a Obama sul tema dei “cambiamenti climatici” è pura ipocrisia. Solo con il MoVimento 5 Stelle al governo si attuerà la transizione ecologica verso un sistema libero dalle fonti fossili e ad economia circolare.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Energia: via dal carbone solo con il MoVimento 5 Stelle

Carbone: costi sociali e ambientali. Uno studio inedito (05-04-2017)

Roma, 5 aprile 2017 – Quanto costa davvero una centrale a carbone? Quali le conseguenze per la salute e l’ambiente? Se ne parlerà venerdì alle ore 10 presso la sala stampa della Camera dei Deputati (ingresso da via della… Continua a leggere Carbone: costi sociali e ambientali. Uno studio inedito (05-04-2017)

La Lezzi smonta le bufale del piddino Carbone

di Barbara Lezzi

Durante la puntata dell’Arena di domenica scorsa, ho fatto presente che a Roma abbiamo istituito il wistleblowing (norma che agevola la lotta alla corruzione) e che il Partito Democratico ne ostacola l’introduzione a livello nazionale.

A questo punto, Ernesto Carbone del PD mi risponde dicendomi che il provvedimento c’è già dal luglio 2016 e a me che replicavo, chiedendogli di citare il numero della norma perché convinta dell’inesistenza della stessa, ha intimato di leggere la Gazzetta Ufficiale anziché il Blog di Beppe Grillo.

Intanto, però, Riparte il Futuro – comunità anti corruzione promossa da Libera e Gruppo Abele- si appella, proprio in questi giorni, tramite un comunicato, al Presidente Grasso perché sblocchi la discussione di diversi provvedimenti contro la corruzione tra cui proprio il whistleblower fermo anch’esso nel “porto delle nebbie” della commissione affari costituzionali come denunciato dalla comunità.

Per Carbone resta l’invito a informarsi meglio perché, oltre a quest’aspetto, nel seguito della trasmissione, ha dimostrato di non aver capito nulla del referendum costituzionale e di aver votato, a sua insaputa, per circa 15 miliardi di tagli alla regioni i cui bilanci sono impegnati per l’80% nella sanità.

Questa sarebbe la classe dirigente informata e competente del Partito Democratico.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere La Lezzi smonta le bufale del piddino Carbone

Programma Energia M5S: presentazione alla Camera (19-04-2016)

Quasi due anni di lavoro, un tavolo tecnico permanente con esperti del settore, un confronto con i territorio e l’analisi costante dei macrodati economici: così è nato il PROGRAMMA ENERGIA del M5S che sarà presentato giovedì alle ore 10… Continua a leggere Programma Energia M5S: presentazione alla Camera (19-04-2016)

A2a MONFALCONE: LA SALUTE DEI CITTADINI PASSA SEMPRE IN SECONDO PIANO

In audizione sul piano energetico avevamo fatto domande ben precise, sulla centrale termoelettrica di Monfalcone. Avevamo chiesto se la proprietà avesse cambiato idea e se esistesse un tavolo sulla riconversione a gas della centrale a carbone. Ci era stato risposto

Continua a leggere A2a MONFALCONE: LA SALUTE DEI CITTADINI PASSA SEMPRE IN SECONDO PIANO

Tirreno Power, M5S: "De Vincenti coinvolto, vogliamo chiarezza"

Roma, 5 agosto 2015 – «Come se le intercettazioni non fossero nulla, come se fare pressioni sulla magistratura che indaga sulla morte di centinaia di persone sia normale, come se la politica dovesse occuparsi solo degli affari delle aziende… Continua a leggere Tirreno Power, M5S: "De Vincenti coinvolto, vogliamo chiarezza"

Tirreno Power, per la Boschi su De Vincenti solo illazioni di stampa

Roma, 24 luglio 2015 – "Per due volte il governo sceglie di tacere e difendere ad oltranza uno dei suoi uomini più criticati e coinvolto nell’inchiesta sulla centrale di Vado Ligure di Savona. Il M5S per due volte ha… Continua a leggere Tirreno Power, per la Boschi su De Vincenti solo illazioni di stampa

Tirreno Power, il Mise supino con l’azienda. Ha i morti sulla coscienza

Roma, 15 luglio 2015 – Bisognava scrivere una legge porcata per salvare la centrale a carbone di Vado Ligure. E si sono messi tutti a disposizione, incontrando negli uffici del ministro dello sviluppo economico Federica Guidi e dell’allora viceministro… Continua a leggere Tirreno Power, il Mise supino con l’azienda. Ha i morti sulla coscienza

Tirreno Power, "Si dimettano gli amministratori indagati e responsabili delle morti"

Roma, 18 giugno 2015 – «I documenti della procura di Savona con la chiusura di indagine sulla centrale di Vado Ligure confermano quanto i cittadini e noi del M5S da anni andiamo dicendo: tutta la politica è stata collusa…. Continua a leggere Tirreno Power, "Si dimettano gli amministratori indagati e responsabili delle morti"

Tirreno Power, tavolo tecnico per aggirare l’Aia?

«Due sindaci, di cui uno anche presidente di provincia, un presidente di regione e forse anche due assessori regionali, tutti indagati per disastro ambientale doloso e per aver causato la morte di centinaia di cittadini della provincia di Savona,… Continua a leggere Tirreno Power, tavolo tecnico per aggirare l’Aia?