Il futuro in programma: via vitalizi e auto blu! Ci vediamo il 7 dicembre a Roma

di MoVimento 5 Stelle

Il #Rally per l’Italia è stato avviato una settimana fa da Luigi Di Maio per incontrare il maggior numero di persone e raccontare loro il nostro programma, ma i nostri portavoce sono attivi sul territorio per approfondire con i… Continua a leggere Il futuro in programma: via vitalizi e auto blu! Ci vediamo il 7 dicembre a Roma

Il futuro in programma: via vitalizi e auto blu! Ci vediamo il 7 dicembre a Roma

di MoVimento 5 Stelle

Il #Rally per l’Italia è stato avviato una settimana fa da Luigi Di Maio per incontrare il maggior numero di persone e raccontare loro il nostro programma, ma i nostri portavoce sono attivi sul territorio per approfondire con i… Continua a leggere Il futuro in programma: via vitalizi e auto blu! Ci vediamo il 7 dicembre a Roma

Vota per il Programma Affari Costituzionali e Beni Culturali

Oggi, venerdì 1 dicembre 2017, si vota per il Programma Affari Costituzionali e Beni Culturali del MoVimento 5 Stelle. Le votazioni sono aperte su Rousseau dalle 10.00 alle 19.00.

Grazie all’aiuto di esperti abbiamo approfondito i punti fondamental… Continua a leggere Vota per il Programma Affari Costituzionali e Beni Culturali

Lettera aperta al Presidente Macron

di Luigi Di Maio

Egr. Sig. Presidente Macron,
il Movimento 5 Stelle avrà modo di raccontarLe e spiegarLe chi siamo davvero, cosa vogliamo e come vediamo il futuro dell’Europa e dell’Italia nello scenario internazionale.
Probabilmente l’opinione che … Continua a leggere Lettera aperta al Presidente Macron

#OraToccaANoi – Il 18 novembre la presentazione del Programma M5S per la Lombardia

di MoVimento 5 Stelle Lombardia

Dopo aver incontrato e ascoltato costantemente i cittadini in cinque anni di lavoro intenso nelle istituzioni, dopo averli incontrati e ascoltati in un tour dedicato alla raccolta delle proposte che ha attraversato i … Continua a leggere #OraToccaANoi – Il 18 novembre la presentazione del Programma M5S per la Lombardia

Primo impresentabile arrestato #MusumeciMente

di Giancarlo Cancelleri

Musumeci mente sapendo di mentire. Pur di non ammettere i suoi errori e di prendere in giro i siciliani, è diventato un bugiardo come tutti i vecchi politici dei vecchi partiti. Dopo che hanno arrestato il sindaco di Priolo… Continua a leggere Primo impresentabile arrestato #MusumeciMente

Un confronto pubblico su liste pulite e programma #MusumeciRispondi

di Giancarlo Cancelleri

Mancano meno di due settimane alla presentazione delle liste che deve avvenire il 5 di ottobre. L’unico MoVimento che ha selezionato i propri candidati attraverso la presentazione dei casellari giudiziari e dei carichi pendenti è il MoVimento 5 Stelle, di tutti gli altri non abbiamo notizie. Io però vedo Nello Musumeci che parla sempre delle sue liste pulite. Quali sono le sue liste pulite? Chi sono i suoi candidati.

Nello Musumeci io ti chiedo un confronto sulla qualità e la pulizia di quelle liste che tu tanto vai decantando in giro. E confrontiamoci anche sui programmi visto che un programma fino ad oggi mi pare che tu non lo abbia. Non ho sentito neanche un’idea portata in giro per risolvere i problemi dei siciliani. Sono i cittadini che ci stanno chiedendo un confronto.

Di te in questo momento conosciamo soltanto come avete governato negli ultimi 20 anni. Avete umiliato e spolpato questa regione. Con gli assessori di Lombardo, gli assessori di Cuffaro, che oggi siedono al tuo fianco e che propongono il governo, il tuo governo. E allora io ti chiedo un confronto pubblico e te lo chiedono tutti i cittadini.

Dimmi solo dove e quando, e io apparirò.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Un confronto pubblico su liste pulite e programma #MusumeciRispondi

#ProgrammaLazio – Ambiente

di Silvia Blasi

L’ambiente rappresenta un punto focale del nostro programma di governo per la Regione Lazio: tutelare l’ambiente vuol dire migliorare la qualità della vita delle persone e salvaguardare ciò che di più prezioso abbiamo nel nostro territorio: paesaggio, diversità biologica, mari, acqua, aria, vero patrimonio, anche economico, per il nostro futuro.
Tutto ciò è strettamente legato a settore economici strategici come energia, gestione dei rifiuti, trasporti, urbanistica. Settori in cui la Giunta Zingaretti non è intervenuta, lasciando troppo spesso l’iniziativa ai privati.
È necessario rivedere profondamente le attuali programmazioni in un ottica di basso impatto ambientale, ricerca ed innovazione tecnologica.

Faccio un esempio, nella nostra regione manca un piano energetico regionale ed il piano per la gestione dei rifiuti è fermo al 2011.

Negli ultimi mesi abbiamo assistito a diversi incendi in impianti di trattamento dei rifiuti che hanno comportato un pesante inquinamento nelle aree limitrofe e portato la regione sull’orlo dell’emergenza, incrementando il trasporto rifiuti fuori regione con notevole arricchimento dei soliti noti.
Questo non può più accadere!

Per questo puntiamo a ridurre drasticamente lo smaltimento dei rifiuti urbani. Non dovranno più esserci inceneritori, discariche o impianti biogas speculatori.
È necessario rivedere profondamente l’assetto impiantistico regionale implementando i controlli e il livello degli standard di qualità degli impianti stessi.

La strada è stata tracciata dalle direttive europee, che vogliamo applicare puntualmente incentivando il recupero della frazione organica dei rifiuti, le buone pratiche di recupero e il riciclo dei materiali.
In Italia ed all’estero ci sono molteplici modelli virtuosi di centri di recupero e riciclo, che vanno importanti nel nostro territorio.

Quanto al governo del territorio e dell’acqua, la nostra regione ospita territori profondamente diversi: aree fortemente urbanizzate ed ad alta densità abitativa contrapposte ad altre seminaturali a vocazione agricola.
Perciò, la pianificazione e le regole del settore urbanistico vanno diversificate in base alle esigenze e risorse territoriali. Così la realizzazione di infrastrutture non può non tenere conto del consumo di suolo, e dell’impatto su aree incontaminate custodi di valori collettivi come paesaggi unici in Italia.

Infine, in questi cinque anni di governo PD non abbiamo visto discontinuità col passato nella gestione di un bene comune fondamentale come l’acqua.
Attorno all’acqua ci sono grandi criticità come la questione arsenico, le concessioni idriche, la qualità delle acque dei laghi, fiumi e mari, la depurazione.

Secondo il M5S per risolvere tali problemi basta dare piena applicazione all’esito del referendum sull’acqua pubblica del 2011, ripreso tra l’altro dalla Legge Regionale 5 del 2014.

Democrazia è condivisione. Nei prossimi mesi raccoglieremo le vostre idee, proposte, suggerimenti. Insieme governeremo il Lazio!

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere #ProgrammaLazio – Ambiente

#ProgrammaLazio – Bilancio, Patrimonio e fondi europei

di Valentina Corrado

Il Movimento 5 Stelle in Regione Lazio ha contrastato l’utilizzo scellerato delle risorse pubbliche perché il principio secondo il quale Nessuno deve rimanere indietro non è uno spot elettorale, ma la base di partenza di un progetto finalizzato a ristabilire equità e priorità di spesa dei soldi derivanti dalle tasse dei cittadini, evitando sprechi e il raggiungimento di interessi tutt’altro che pubblici.

Un esempio? La spesa per i vitalizi, erogati a 266 ex consiglieri regionali ed ex Assessori, condannati compresi, che a gennaio 2018 aumenterà arrivando oltre i 20 milioni di euro annui: 1/3 delle risorse del Consiglio regionale!

Circa 6 milioni di euro, poi, vengono spesi ogni anno per le indennità e le diarie dei Consiglieri e degli Assessori regionali: 30 milioni di euro in una sola legislatura!

La gestione del patrimonio della Regione Lazio non fa eccezione.

Un esempio su tutti: le IPAB, enti vigilati e finanziati dalla Regione, – che dovrebbero fornire servizi socio sanitari gratuiti e di assistenza a minori e anziani – gestiscono in maniera discrezionale l’uso di palazzi storici, caseggiati, strutture dislocate al centro di Roma e su tutto il territorio regionale.

Lo stesso accade con i beni immobili delle ASL e delle Aziende Ospedaliere gestiti dalla Regione.

E’ il caso dell’ex ospedale San Giacomo che, per volontà testamentaria del donatore, sarebbe dovuto rimanere nei secoli un ospedale al servizio della città di Roma e della collettività.
E che invece, è stato prima oggetto di speculazione finanziaria da parte di coloro che hanno indebitato la Regione, poi svenduto per pagare i debiti che essi stessi avevano creato; infine dismesso ed abbandonato,dopo una ristrutturazione pagata dai cittadini.

Sulla gestione dei fondi indiretti provenienti dall’Unione Europea, il Movimento 5 Stelle propone un cambio di passo per favorire la partecipazione dei cittadini alla programmazione e all’utilizzo delle risorse e fornire supporto agli enti locali che spesso non hanno strumenti e personale idoneo ad attrarre risorse da investire sul territorio, uscendo da logiche piegate alla politica del Governatore di turno.

L’Obiettivo è quello di far tornare al servizio della collettività le risorse e il patrimonio immobiliare della Regione

Democrazia è condivisione. Nei prossimi mesi raccoglieremo le vostre idee, proposte, suggerimenti. Insieme governeremo il Lazio!

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere #ProgrammaLazio – Bilancio, Patrimonio e fondi europei

#ProgrammaLazio – La cultura al centro

di Gaia Pernarella, M5s Lazio

Nel programma per il Movimento 5 Stelle alla Regione Lazio è centrale il tema della cultura. Vi diremo brevemente come intendiamo rilanciare la nostra Regione, riconosciuta e apprezzata ovunque per la sua bellezza e il suo patrimonio storico, artistico e paesaggistico. E vogliamo farlo a partire dalla nostra esperienza di questi ultimi 5 anni, ma soprattutto con il vostro aiuto, con i vostri suggerimenti e le vostre proposte.

Fino ad oggi tutti i Governi hanno preferito trattare la cultura come una Cenerentola. La cultura diventa importante solo quando si tratta di dare finanziamenti pubblici alle associazioni amiche o alle fondazioni a cui la regione partecipa, o quando c’è da piazzare personaggi più o meno noti nei vari consigli di amministrazione.

Secondo il codice dei beni culturali, alle Regioni spetta il ruolo di Valorizzazione del patrimonio culturale. Ma ad oggi, a causa della dissenata gestione della sinistra e della destra, non si può né l’entità di questo patrimonio, né lo stato in cui esso versa. E’ chiaro quindi che serve un radicale cambio di marcia.

Per valorizzare il nostro patrimonio culturale, la gestione pubblica pubblica deve tornare protagonista, basta delegare al privato di turno un ruolo che non gli appartiene! E anche i cittadini devono tornare protagonisti e fruitori di questo meraviglioso patrimonio. Abbiamo ben chiaro quali siano le priorità su cui intervenire. Per fare qualche esempio cito i musei e le biblioteche del sistema regionale, oggi abbandonate a gestioni equivoche e fallimentari. Noi crediamo che serva una vera e propria rivoluzione multimediale e multidisciplinare che permetterebbe a chi si occupa di cultura di diventare finalmente impresa e non di elemosinare finanziamenti per pratiche di assistenzialismo politico.
Quando parliamo di cultura, parliamo anche di istruzione. E’ urgente una modifica della legge sugli asili nido e va rivista anche la legge sul diritto allo studio. Bisogna intervenire sul settore delle agenzie di viaggio e delle guide turistiche la cui mancanza di regolamentazione non fa altro che legittimare il sommerso e l’abusivismo, sacrificando la qualità dei servizi. Democrazia è condivisione. Nelle prossime settimane raccoglieremo le vostre idee, proposte, suggerimenti. Insieme governeremo il Lazio

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere #ProgrammaLazio – La cultura al centro