Quegli impianti di compostaggio rifiuti non realizzati e i 90 milioni spariti in Sicilia

di MoVimento 5 Stelle

In Sicilia la raccolta differenziata finisce pari pari in discarica, questo è quello che abbiamo verificato facendo un sopralluogo alla discarica di Trapani che raccoglie i rifiuti di 21 comuni, compresa la parte umida. Mancano… Continua a leggere Quegli impianti di compostaggio rifiuti non realizzati e i 90 milioni spariti in Sicilia

Sicilia: impianti di compostaggio rifiuti non realizzati e 90 milioni spariti (27-10-2017)

In Sicilia la raccolta differenziata finisce pari pari in discarica, questo è quello che abbiamo verificato facendo un sopralluogo alla discarica di Trapani che raccoglie i rifiuti di 21 comuni, compresa la parte umida. Mancano gli impianti di compostaggio… Continua a leggere Sicilia: impianti di compostaggio rifiuti non realizzati e 90 milioni spariti (27-10-2017)

Paul Connett con Virginia Raggi per Roma #RifiutiZero

di MoVimento 5 Stelle

Lui è Paul Connett, uno dei massimi esperti di rifiuti al mondo. Lo conoscono tra gli ambientalisti ma non solo. Perché il fondatore, e uno degli esponenti della rete internazionale Rifiuti Zero è venuto spesso in Italia, ospit… Continua a leggere Paul Connett con Virginia Raggi per Roma #RifiutiZero

“RIFIUTI ZERO”: UNA STRATEGIA VELOCE ED ECONOMICA

Preg.mo Presidente, Assessori, Consiglieri, Il futuro della specie umana, o almeno della popolazione mondiale che sopravvivrà con lo standard di vita sperimentato nei paesi industrializzati nell’ultimo secolo, ha raggiunto un punto critico su almeno tre fronti: la salute dell’uomo e dell’ambiente, la sostenibilità e l’iniqua distribuzione delle risorse mondiali. Un punto di partenza per ripensare […]

L’articolo “RIFIUTI ZERO”: UNA STRATEGIA VELOCE ED ECONOMICA proviene da M5S Friuli Venezia Giulia.

Continua a leggere “RIFIUTI ZERO”: UNA STRATEGIA VELOCE ED ECONOMICA

Rifiuti a Roma: ripristinata la legalità

mointamahgspin.jpg

di Pinuccia Montanari, Assessore all’Ambiente di Roma

A Roma, dopo anni di favori e strette di mano anziché contratti regolari e bandi, è stata ripristinata la legalità. A dirlo sono l’Autorità Nazionale Anticorruzione e la Prefettura di Roma.

“La firma del contratto-ponte di 18 mesi fra AMA e il commissario prefettizio per l’utilizzo degli impianti di Trattamento Meccanico Biologico di Malagrotta è un momento importante per il ripristino della legalità” ha detto Raffaele Cantone.

“Tale accordo, giunto all’esito di un percorso condiviso tra tutti gli attori istituzionali coinvolti, riconduce in una cornice di regolarità contrattuale un rapporto ‘di fatto’ protrattosi negli anni, assicurando la continuità del servizio pubblico in vista dell’espletamento della procedura di gara europea” ha invece sottolineato il Prefetto di Roma.

Abbiamo liberato AMA Spa, la società pubblica che si occupa dei rifiuti, dal ricatto decennale nel quale si trovava: lavorando insieme ad ANAC e Prefettura, abbiamo fatto finalmente firmare un contratto al commissario prefettizio di Colari. Si tratta della società di Manlio Cerroni, il “re della monnezza”, proprietario della ex discarica di Malagrotta e di due degli impianti che ancora trattano la spazzatura della città, interdetta per mafia e quindi gestita da un commissario.

Prima di noi nessuno l’aveva mai fatto, si è andato avanti per anni a suon di strette di mano, tanto che Cerroni amava dire di fare “il bello ed il cattivo tempo” nel Lazio. Ma non con noi ed è stato lui stesso a dirlo chiaramente: “A Roma ho sostenuto tutti i partiti, ma non i 5 stelle”. Nessun bando, nessuna gara, serviva il MoVimento 5 Stelle per farla. Non abbiamo ceduto alle pressioni e il contratto firmato tra Lorenzo Bagnacani, per conto di AMA, e il commissario prefettizio di Colari scade ad aprile del 2019, il tempo necessario per bandire una gara pubblica.

Ma la lunga marcia verso Roma Rifiuti Zero non si ferma. Abbiamo già individuato i luoghi dove realizzare i necessari impianti di compostaggio e riciclo e nelle prossime settimane verranno presentati i progetti per l’estensione della raccolta differenziata domiciliare in nuove zone di Roma.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Rifiuti a Roma: ripristinata la legalità

Rifiuti Enel, indagare su coperture e danni alla salute (28-09-2017)

Roma, 28 settembre 2017 – «Ceneri pericolose smaltite nel cemento invece che secondo le apposite procedure. Salute dei cittadini in pericolo, ambiente inquinato. Purtroppo quello che sta emergendo dalle carte della procura di Lecce l’abbiamo visto già mille altre… Continua a leggere Rifiuti Enel, indagare su coperture e danni alla salute (28-09-2017)

Dove governa il MoVimento: ricavi per 200mila euro con la vendita dei rifiuti

fafomezia.jpg

fonte: PomeziaNews

Oltre 200mila euro nei primi 6 mesi del 2017. Sono questi i soldi entrati nelle casse comunali dalla vendita dei materiali provenienti dalla raccolta differenziata a Pomezia: circa 19mila euro per gli imballaggi in cartone; circa 60mila euro per carta e cartone; circa 11mila euro per gli imballaggi in plastica; circa 99mila euro per gli imballaggi misti; circa 10mila euro per gli imballaggi in vetro; circa 8mila euro per i metalli; circa 6mila euro per i Raee (apparecchiature elettriche ed elettroniche).

“Dati molto interessanti – spiega l’Assessore Lorenzo Sbizzera – che dimostrano che i rifiuti possono essere una risorsa se differenziati al meglio e riciclati. In questi anni Pomezia ha fatto passi da gigante nella direzione del ciclo virtuoso dei rifiuti: la raccolta porta a porta in tutto il territorio comunale ha portato la percentuale dei rifiuti differenziati al 66% e ci consente oggi di ricavare dalla vendita dei rifiuti differenziati oltre 200mila euro in soli 6 mesi. Il prossimo obiettivo, anche come Città pilota del progetto europeo Urban Wins, sarà migliorare il processo di riduzione dei rifiuti alla fonte”.

“Oggi Pomezia può dirsi una Città all’avanguardia in materia di gestione dei rifiuti – aggiunge il Sindaco Fabio Fucci – Non soltanto abbiamo esteso la raccolta porta a porta a tutti i quartieri di Pomezia, ripensando un servizio più efficiente e un coinvolgimento della cittadinanza più diretto e consapevole, ma abbiamo in pochissimo tempo incrementato la quantità di rifiuti differenziati ricavandone somme importanti che ci consentono di ridurre ulteriormente la tassa sui rifiuti a carico dei cittadini. Inoltre, l’impianto di videosorveglianza e i controlli costanti dell’Ufficio Ambiente e della Polizia Locale ci consentono di monitorare il servizio, intervenire dove necessario e punire chi abbandona i rifiuti in strada. Da gennaio ad agosto 2017 sono stati 138 i verbali emessi dalla Polizia Locale per un totale di circa 70mila euro”.

“Pomezia è un modello per la Regione Lazio e non solo – conclude il primo Cittadino – una Città pulita e decorosa, più rispetto e cura per l’ambiente e il territorio, meno tasse per i cittadini”.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Dove governa il MoVimento: ricavi per 200mila euro con la vendita dei rifiuti

Così abbiamo beccato gli zozzoni

di Fabio Fucci – Sindaco 5 Stelle di Pomezia

Li abbiamo presi! I “Bonnie e Clyde” della “monnezza”. Guardate con quanto disprezzo gettano i loro rifiuti in terra. Il loro gesto gli è costato caro. 500 euro di multa. Se non la pagano? Dal fermo amministrativo del mezzo fino al pignoramento dei beni. Le nostre telecamere non perdonano. Vogliamo solo una PomeziaBella e non c’è spazio per gli zozzoni.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Così abbiamo beccato gli zozzoni