GALLERIA BOMBI: PERSONE LASCIATE IN CONDIZIONI DISUMANE

È incredibile quanto sta accadendo all’interno della Galleria Bombi di Gorizia. Mentre tutti continuano a rimpallarsi le responsabilità o stanno lì a pensare chi dovrebbe fare cosa e come dovrebbe farlo, quei poveri malcapitati stanno lì dentro, sdraia… Continua a leggere GALLERIA BOMBI: PERSONE LASCIATE IN CONDIZIONI DISUMANE

Sanità allo sfascio in Campania: arrestati e rimossi i manager di De Luca

di Valeria Ciarambino, M5s Campania

De Luca aveva promesso di assumersi la piena responsabilità delle sue nomine in #sanità, per giustificare la sua legge scellerata. Ieri il direttore generale del più importante nosocomio del Mezzogiorno, Ciro Verd… Continua a leggere Sanità allo sfascio in Campania: arrestati e rimossi i manager di De Luca

ALTISSIME CONCENTRAZIONI DI E. COLI E PRESENZA DI BIOTOSSINE PSP

Non sono state adeguatamente rese note ai cittadini attraverso albi pretori o siti on-line istituzionali alcune ordinanze emesse dalle aziende sanitarie che impongono – in via cautelativa e temporanea – la sospensione della raccolta, della … Continua a leggere ALTISSIME CONCENTRAZIONI DI E. COLI E PRESENZA DI BIOTOSSINE PSP

Sanità a Roma, che c’entra la Raggi? Basta con l’uso pornografico della scienza

virginiaraggi.jpg

da IlFattoQuotidiano

di Ivan Cavicchi, Docente all’Università Tor Vergata di Roma, esperto di politiche sanitarie

Sapete che cos’è la regola transitiva? Se A è uguale a B e B è uguale a C, allora si può dire che A è uguale a C. Facciamo un esempio a caso:

– se la salute a Roma è la peggiore d’Italia e Roma è amministrata dalla Raggi allora la salute peggiore di Italia è colpa della Raggi;

– se Roma è “piena di droga”, come ha dichiarato la ministra Beatrice Lorenzin, e la Raggi è il sindaco di Roma allora presumibilmente è la Raggi è che spaccia droga a Roma.

Questo è il senso del convegno che si è tenuto l’altro giorno a Roma, dal titolo “Crescita vs Crisi” alla presenza di mezzo governo. Sempre seguendo la regola transitiva possiamo fare la seguente interpretazione politica:

– siamo sempre più vicini alle elezioni, il Movimento 5 Stelle è il nemico da battere quindi attaccare la Raggi vale come attaccare il M5S;

– siccome la sanità fa schifo anche a Roma, se non di più, allora incolpare di ciò la Raggi significa dire che la sanità fa schifo in Italia per colpa del Movimento 5 Stelle e a Roma per colpa della Raggi.

Questo modo di ragionare ha un solo nome: “malafede”, ovvero il modo in cui certi partiti ingannano noi cittadini non dicendo le cose come stanno al fine di indebolire i loro concorrenti elettorali e di aumentare i voti degli sprovveduti in loro favore.

Riguardo alla sanità romana, ad esempio, il ragionamento non sta in piedi: i Comuni hanno perso da tanti anni le titolarità gestionali e organizzative in materia sanitaria e sono le Regioni e il governo a fare il bello e il cattivo tempo. Virginia Raggi non ha alcuna responsabilità sui servizi sanitari della sua città. A voler fare un ragionamento transitivo ma senza mistificare la realtà si dovrebbe dire:

– se la salute a Roma è la peggiore d’Italia e la sanità dipende dalla Regione dunque dai finanziamenti del governo, allora la salute peggiore d’Italia dipende dal governatore Nicola Zingaretti e dallo stesso ministro Lorenzin;

– se Roma è piena di tossicodipendenti e i servizi per curarli non sono finanziati, allora i tagli del governo e della Regione Lazio sono la causa del gran numero di tossicodipendenti.

Denunciando la malafede della propaganda elettorale di questo governo, non vorrei apparirvi come l’ingenuo che scende dalla montagna con la piena. So benissimo che il suo uso in politica è la regola. A preoccuparmi davvero è un’altra faccenda sfuggita ai più: se la Lorenzin è la rappresentante della politica e il professor Ricciardi è il rappresentante della scienza (professore universitario di Igiene e presidente dell’Istituto superiore di sanità nominato dalla Lorenzin) allora il pensiero politico della Lorenzin è dimostrato ingannevolmente attraverso la sanità con il pensiero scientifico del professor Ricciardi. Cioè la scienza, che dovrebbe essere autonoma e indipendente dalla politica, si presta a fornire alla malafede addirittura una sua scientificità. Questo è già accaduto con la polemica di Renzi contro Grillo sui vaccini – con la legge che ne impone l’obbligatorietà -, quando Renzi girava l’Italia dicendo che grazie al referendum il cancro sarebbe stato curato uguale per tutti e accade oggi con quella che alcuni giornali hanno definito “micidiale doppietta contro la capitale d’Italia”.

La mia preoccupazione riguarda l’uso pornografico della scienza da parte della politica e la sua disponibilità della scienza stessa ad assecondare non la conoscenza ma il potere.

Le frasi sensazionaliste pronunciate da Walter Ricciardi a sostegno delle affermazioni della Lorenzin (“L’unica capitale d’Europa ad aver peggiorato i propri indicatori di salute”; “Tutti gli indicatori, da quello più solido che è l’aspettativa di vita e la mortalità infantile a quello per patologie tumorali, fanno riscontrare un peggioramento della situazione dei cittadini romani rispetto al resto di Italia”) sono del tutto ingannevoli, quindi molto poco scientifiche: vengono proposte come assolute mentre andrebbero valutate come relative ad una serie di dati comparativi di contesto che mancano del tutto. Le affermazioni di Ricciardi andrebbero collocate tra «gap» e «glut», cioè giudizi che ammettono gap di verità, «né veri e né falsi» (truth value gap), e giudizi che ammettono glut di verità, «tanto veri quanto falsi» (truth value glut).

Mancando le due clausole salva verità (“fermo restando che i comuni non hanno alcuna titolarità sulla sanità”, “i dati riportati non sono scorporabili dalle tendenze che sottolineano i fenomeni”) le affermazioni di Ricciardi sono di fatto politiche non scientifiche. Ma se la scienza è senza autonomia e la politica se ne può servire a suo piacimento allora secondo la regola transitiva la scienza come la politica è destinata a perdere la fiducia della gente. E questo non è un problema ma una tragedia della quale nessuno sembra preoccupato.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Sanità a Roma, che c’entra la Raggi? Basta con l’uso pornografico della scienza

CENTRALE UNICA EMERGENZE: TEMPI DI INTERVENTO TROPPO LUNGHI

Siamo consapevoli del grande lavoro svolto dagli operatori per far partire la Centrale Unica delle Emergenze e finalmente abbiamo a disposizione dati su cui ragionare, ma il tempo di intervento delle ambulanze si discosta ancora troppo dalla normativa, mettendo a rischio cittadini e operatori. Crediamo sia opportuno fare un po’ di chiarezza e analizzare i […]

L’articolo CENTRALE UNICA EMERGENZE: TEMPI DI INTERVENTO TROPPO LUNGHI proviene da M5S Friuli Venezia Giulia.

Continua a leggere CENTRALE UNICA EMERGENZE: TEMPI DI INTERVENTO TROPPO LUNGHI

NOMINE (COME SE PIOVESSE) IN SANITÀ: CONFERENZA STAMPA

Domani, giovedì 28 settembre 2017, alle ore 9.30, negli uffici del gruppo del M5S in Consiglio regionale (che si trovano al terzo piano del Palazzo della Regione in piazza Oberdan 6 a Trieste) terremo una conferenza stampa sulle ultime nomine in Sanità. Alla conferenza stampa interverranno i consiglieri regionali del MoVimento 5 Stelle Andrea Ussai, […]

L’articolo NOMINE (COME SE PIOVESSE) IN SANITÀ: CONFERENZA STAMPA proviene da M5S Friuli Venezia Giulia.

Continua a leggere NOMINE (COME SE PIOVESSE) IN SANITÀ: CONFERENZA STAMPA

UN REGOLAMENTO CHE SEMBRA CUCITO ADDOSSO A UN MEDICO BEN PRECISO

Una volta c’era il regolamento e in base a questo veniva scelto il responsabile da una graduatoria. Ora invece pare che si scelga prima la persona e poi i regolamenti le vengono “cuciti addosso”. Sembra infatti che il nome del nuovo referente per la continuità assistenziale ci sia già, anche se i cittadini e gli […]

L’articolo UN REGOLAMENTO CHE SEMBRA CUCITO ADDOSSO A UN MEDICO BEN PRECISO proviene da M5S Friuli Venezia Giulia.

Continua a leggere UN REGOLAMENTO CHE SEMBRA CUCITO ADDOSSO A UN MEDICO BEN PRECISO

OBBLIGO VACCINALE: INDICAZIONI DELLA REGIONE HANNO AUMENTATO LA CONFUSIONE

Dalle segnalazioni pervenute da parte dei genitori, la prima applicazione in Friuli Venezia Giulia delle disposizioni della legge 119/2017 in materia di obbligo vaccinale non può certo dirsi omogenea. La circolare della Regione Fvg del 30 agosto non è chiara, nonostante dovesse contenere indicazioni specifiche a livello regionale destinate ai genitori, alle aziende sanitarie, agli […]

L’articolo OBBLIGO VACCINALE: INDICAZIONI DELLA REGIONE HANNO AUMENTATO LA CONFUSIONE proviene da M5S Friuli Venezia Giulia.

Continua a leggere OBBLIGO VACCINALE: INDICAZIONI DELLA REGIONE HANNO AUMENTATO LA CONFUSIONE

MALASANITÀ: TERZO CASO DI AMBULANZA IN RITARDO IN POCHE SETTIMANE

Per tre volte, in poche settimane, nel Maniaghese un’ambulanza è arrivata in ritardo. Tre indizi fanno una prova. È evidente che con la trasformazione del Pronto soccorso di Maniago in Punto di primo Intervento (Ppi) va garantita una maggiore copertura di mezzi in quel territorio. La riforma sanitaria targata Serracchiani ha riconvertito molti ospedali e […]

L’articolo MALASANITÀ: TERZO CASO DI AMBULANZA IN RITARDO IN POCHE SETTIMANE proviene da M5S Friuli Venezia Giulia.

Continua a leggere MALASANITÀ: TERZO CASO DI AMBULANZA IN RITARDO IN POCHE SETTIMANE

ASSUNZIONE DIRIGENTE ALL’ASUITS: FORTI DUBBI SU NECESSITA’ E URGENZA

Siamo ancora più stupiti dallo stupore del direttore generale Nicola Delli Quadri. Se è vero, come afferma la Direzione dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste (Asuits), che l’acquisizione di un dirigente amministrativo era era già stata programmata nel Piano attuativo locale (Pal) del 2017, presentato a dicembre 2016, il direttore generale dimentica di dire che […]

L’articolo ASSUNZIONE DIRIGENTE ALL’ASUITS: FORTI DUBBI SU NECESSITA’ E URGENZA proviene da M5S Friuli Venezia Giulia.

Continua a leggere ASSUNZIONE DIRIGENTE ALL’ASUITS: FORTI DUBBI SU NECESSITA’ E URGENZA