TRASPORTI: RICCARDO ILLY VUOLE DEVASTARE IL TERRITORIO CARSICO, QUADRUPLICANDO LA LINEA RONCHI-TRIESTE PER GUADAGNARE 14 MINUTI

Trasporti, M5S all’attacco dei progetti avvallati dal centrosinistra. Neglie: «Riccardo Illy vuole devastare il territorio carsico, quadruplicando la linea Ronchi–Trieste per guadagnare appena 14 minuti». Sergo: «La giunta di centrosinistra ha rivelato… Continua a leggere TRASPORTI: RICCARDO ILLY VUOLE DEVASTARE IL TERRITORIO CARSICO, QUADRUPLICANDO LA LINEA RONCHI-TRIESTE PER GUADAGNARE 14 MINUTI

Il sindaco di Trieste, la salute pubblica e le offese

dejdjlaona.jpg

di Stefano Patuanelli (ex portavoce 5 Stelle in consiglio comunale a Trieste)

Il Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, è stato eletto nel giugno 2016 grazie ad una promessa: “chiuderò la Ferriera ed inizierò il percorso per la sua chiusura in 100 giorni.” Che cos’è la Ferriera di Trieste? È un impianto siderurgico che produce ghisa dal carbone, ubicato in una zona densamente abitata, con la cockeria e l’altoforno a pochi metri dalle case.

Nei cinque anni passati in consiglio comunale nella scorsa consigliatura, assieme a Paolo Menis e poi ad Andrea Ussai, portavoce in Regione FVG, ci siamo impegnati su questo tema con ogni energia disponibile, da soli contro le amministrazioni comunale e regionale a guida PD, e contro il centrodestra che, con Dipiazza già Sindaco dal 2001 al 2011, nulla ha fatto per chiudere quel mostro che avvelena tutta la città.

Secondo noi il Sindaco, primo responsabile della salute pubblica (D.lgs 833/78 e D.Lgs 299/99), avrebbe gli strumenti per forzare la mano e imporre alla attuale proprietà (Arvedi) il fermo o quantomeno una forte riduzione della produzione.
Tutto questo ho voluto ribadirlo ieri su Facebook, con un post, al quale lo stesso Sindaco Dipiazza ha risposto. Non nel merito, non replicando alle nostre posizioni, non dicendoci qual è il suo cronoprogramma per la chiusura dell’area a caldo della Ferriera. Niente di tutto ciò. Ha risposto con una sola parola: “Deficente”. Avete letto bene, deficente, senza la “i”. Un’offesa peraltro sgrammaticata. Personalmente non mi sconvolge la sua reazione scomposta, vista la difficoltà in cui si trova per aver fatto promesse in campagna elettorale che non riesce a mantenere, mi dispiace però per la mia città, rappresentata da un primo cittadino maleducato e sgrammaticato. Un vero peccato.

Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it

Continua a leggere Il sindaco di Trieste, la salute pubblica e le offese

GIARDINI INQUINATI: SE NON SI CONOSCONO I RESPONSABILI DELL’INQUINAMENTO DOPO LA BONIFICA SAREMO PUNTO E A CAPO

«Zero risposte dalla giunta Serracchiani e dall’Arpa Fvg in merito alle azioni per mitigare l’esposizione dei cittadini alle fonti di inquinamento. Non basta mettere in sicurezza e bonificare i giardini di Trieste se non si conoscono i responsabili dell’inquinamento. Il

Continua a leggere GIARDINI INQUINATI: SE NON SI CONOSCONO I RESPONSABILI DELL’INQUINAMENTO DOPO LA BONIFICA SAREMO PUNTO E A CAPO

OSPEDALE DI CATTINARA: FREDDO, POCHI POSTI LETTO E CARENZA DI PERSONALE

La Bora dei scorsi giorni ha messo in evidenza forti criticità in molti reparti dell’ospedale di Cattinara, in paricolare al Pronto Soccorso e in Medicina d’Urgenza. Le rigide condizioni climatiche hanno messo a nudo le carenze del Servizio sanitario sia

Continua a leggere OSPEDALE DI CATTINARA: FREDDO, POCHI POSTI LETTO E CARENZA DI PERSONALE

#IODICONO, LUNEDÌ E MARTEDÌ DUE INCONTRI A UDINE E TRIESTE CON ROBERTO COTTI, ELENA BIANCHI, MARCO STOLFO, GIULIETTO CHIESA, MAURO BARBERIS E PAOLO FELTRIN

In arrivo due nuovi eventi firmati #IODICONO, la campagna promossa dal MoVimento 5 Stelle del Friuli Venezia Giulia che sta spiegando ai cittadini le ragioni per dire NO al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. Domani, lunedì 21 novembre, all’Hotel

Continua a leggere #IODICONO, LUNEDÌ E MARTEDÌ DUE INCONTRI A UDINE E TRIESTE CON ROBERTO COTTI, ELENA BIANCHI, MARCO STOLFO, GIULIETTO CHIESA, MAURO BARBERIS E PAOLO FELTRIN

GUARDIA MEDICA A LATISANA: UNO SPOT PUBBLICITARIO DEL PD

«Ma non avevano sospeso il Punto nascita di Latisana per carenza di pediatri? Adesso che hanno trovato i medici possono riattivare questo servizio? Oppure hanno fatto la scelta politica ti tenerlo chiuso?». Le domande sono del portavoce del MoVimento 5

Continua a leggere GUARDIA MEDICA A LATISANA: UNO SPOT PUBBLICITARIO DEL PD

CHE COSA STA AVVELENANDO I CITTADINI DI TRIESTE? SUBITO LE ANALISI DELLE DIOSSINE

«La giunta Serracchiani ha già stabilito di fare le bonifiche dei giardini inquinati di Trieste prima ancora di capire quali siano effettivamente tutti gli agenti inquinanti presenti e quali siano tutte le possibili fonti». È durissimo l’attacco della portavoce del

Continua a leggere CHE COSA STA AVVELENANDO I CITTADINI DI TRIESTE? SUBITO LE ANALISI DELLE DIOSSINE

DENUNCIA DEL M5S: GIARDINI INQUINATI A TRIESTE

L’inquinamento pesantissimo dei giardini di Trieste non è imputabile al traffico veicolare e al riscaldamento domestico come questa mattina la giunta Cosolini, l’Azienda sanitaria e la giunta Serracchiani hanno cercato di sostenere nel corso di una conferenza stampa. A testimoniarlo

Continua a leggere DENUNCIA DEL M5S: GIARDINI INQUINATI A TRIESTE

FERRIERA DI SERVOLA: IL M5S ADERIRA’ ALLA MANIFESTAZIONE DEL 31 GENNAIO

Il MoVimento 5 Stelle ha deciso di aderire alla manifestazione, indetta dal Comitato 5 dicembre, che si terrà a Trieste il 31 gennaio con partenza da piazza Oberdan. «La manifestazione – spiega il portavoce M5S in Consiglio comunale Stefano Patuanelli – ha

Continua a leggere FERRIERA DI SERVOLA: IL M5S ADERIRA’ ALLA MANIFESTAZIONE DEL 31 GENNAIO

LA FERRIERA DI SERVOLA CONTINUA A INQUINARE E LA POLITICA REGIONALE NON VUOLE NEANCHE FISSARE LE DATE PER DISCUTERE DELL’ARGOMENTO

«Sono trascorsi più di 5 mesi e la quarta commissione del Consiglio regionale che, tra le varie competenze, si occupa anche di tutela dell’ambiente, non ha ancora trovato il tempo di occuparsi della petizione intitolata “Fermiamo l’inquinamento per la nostra

Continua a leggere LA FERRIERA DI SERVOLA CONTINUA A INQUINARE E LA POLITICA REGIONALE NON VUOLE NEANCHE FISSARE LE DATE PER DISCUTERE DELL’ARGOMENTO